TORNA IL TERRA DI TUTTI FILM FESTIVAL A BOLOGNA E FIRENZE PER DARE VOCE AGLI INVISIBILI

“Vedere mi è costato aprire gli occhi a tutto ciò che non vorrei vedere.” Da questa considerazione di Antonio Porchia nasce il percorso del Terra di Tutti Festival 2018, un appuntamento giunto quest’anno alla dodicesima edizione e fortemente voluto da GVC e COSPE onlus. Dall’11 al 14 ottobre sugli schermi di Bologna e Firenze si alterneranno immagini, storie e testimonianze dei 25 film in concorso e dei 13 fuori concorso. “Voci dal mondo invisibile è diventato ormai il claim del TTFF, una frase che ci consente di sottolineare come per noi sia urgente e necessario portare alla luce le storie di chi ci vive”, spiegano Marina Mantini (GVC) e Jonathan Ferramola (COSPE), direttori del TTFF 2018.

Diritti negati, infanzie invisibili, violenze e discriminazioni di genere, la negazione e criminalizzazione della solidarietà sono solo alcuni dei temi che troveranno spazio nel fitto programma, arricchito dalla presenza di ospiti internazionali come i registi Stefano Savona (“La strada dei Samouni”, premiato a Cannes), Michel Toesca (“LIBRE”, Cannes e Biografilm), Alexandra D’Onofrio (“Era Domani”) e Anja Dalhoff (“Dancing with Monica”). Spazio anche agli under 35, tra cui Paco Mariani (“The Harvest”) e Parsifal Reparato (“Nimble Fingers”), e alle web series con i videomaker de’ Il Terzo Segreto di Satira. 

25 film in concorso per conquistare 4 premi, 13 fuori concorso, incontri, Matinée per le scuole e molto altro ancora vi aspettano al Cinema Lumière a Bologna.

Tutto il programma e gli aggiornamenti su

www.terradituttifilmfestival.org 

facebook.com/terradituttifilmfestival/